1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuto della pagina
 

VOUCHER SOCIALE PER FAVORIRE LA VITA DI RELAZIONE DEI MINORI CON DISABILITA’ (DGR n. 2862 del 18/02/2020) Misura B2.

PRESENTAZIONE DOMANDE  DAL 15 MAGGIO AL 30 OTTOBRE 2020

FINALITÀ DELL’INTERVENTO
Il progetto è volto a favorire la vita di relazione dei minori con disabilità e a sostenere le loro famiglie mediante progetti individualizzati di natura educativa/socializzante che possano migliorare la loro qualità vita e facilitarne l’inclusione sociale attraverso una rete integrata di servizi/interventi.
I progetti individualizzati per l’assegnazione di voucher sociali sono finalizzati ad assicurare/favorire:
• la vita di relazione di minori con disabilità mediante progetti individuali di natura educativo-socializzante che favoriscano il loro benessere fisico e psicologico;
• interventi di sostegno domiciliare a supporto della famiglia e del minore;
• il mantenimento e lo sviluppo di abilità per favorire l’inclusione sociale del minore nei diversi contesti di vita.

DESTINATARI
Sono destinatari degli interventi:
i minori con disabilità grave;
in condizione di gravità accertata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della legge 104/1992 oppure in possesso della certificazione di invalidità con indennità di accompagnamento;
di età inferiore ai 18 anni;• appartenente ad un nucleo familiare con reddito ISEE ordinario inferiore a € 40.000,00;
residenti in un Comune dell’Ambito 11 del Garda.

ACCESSO ALLA MISURA
In ottemperanza a quanto stabilito da Regione Lombardia possono accedere alla misura sia i minori con progetti in continuità sia quelli di nuovo accesso. Nessuna priorità viene fissata per la continuità dei minori già beneficiari della Misura B2 l’anno precedente.
Non è possibile usufruire contemporaneamente di più interventi a valere sulle risorse FNA Misura B2 ai sensi della D.G.R. 2862/2020.

Le condizioni che consentono l’accesso alla misura saranno autocertificate dal richiedente, fatta eccezione per i seguenti documenti, che dovranno essere allegati in copia all’istanza:
1. certificazione di disabilità grave ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104/92 oppure certificazione di invalidità con indennità di accompagnamento;
2. attestazione reddito ISEE in corso di validità (ai sensi del DPCM 159/2013).

TIPOLOGIA DI INTERVENTO E MODALITÀ DI ATTIVAZIONEIl voucher sociale è finalizzato a sostenere la vita di relazione di minori con disabilità grave, mediante l’attivazione di adeguati progetti di natura educativa/socializzante che favoriscano il loro benessere psicofisico, quali a titolo di esempio: attività ludico aggregative, sportive, ricreative e socio-culturali, pet therapy, attività motoria in acqua, ecc.
Non sono finanziabili con tale strumento i costi relativi ad attività connesse alla frequenza scolastica ivi compreso pre e post scuola o attività di trasporto.Le tipologie di intervento previste:

VOUCHER ORDINARIO- per un massimo di 14 ore mensili
VOUCHER INTENSIVO ESTIVO-  per un massimo di 30 ore mensili attivabile solo per i mesi di luglio e/o agosto.
Nel mese successivo al compimento del 18° anno di età la prestazione sarà interrotta.

Laddove sia richiesto il voucher intensivo estivo, nei mesi di luglio e/o agosto, il voucher ordinario sarà sospeso, poiché non è prevista la contemporaneità delle due tipologie (ordinario + intensivo).
La concessione degli interventi sarà subordinata alla valutazione multidisciplinare integrata e alla sottoscrizione di un Progetto Individuale (P.I.) contenente gli interventi che saranno realizzati e che
vedrà coinvolti gli operatori sociali del Comune e dell’ASST, la persona richiedente e la sua famiglia.

INCOMPATIBILITÀ DEL VOUCHER CON ALTRE PRESTAZIONI
Il voucher sociale minori risulta incompatibile con l’inserimento in strutture di tipo residenziale.
Non è prevista la fruizione simultanea di interventi della Misura B1.

PERSONALE IMPIEGATO
Il servizio deve essere assicurato da personale in possesso delle caratteristiche e delle competenze previste per le prestazioni di tipo educativo (educatore professionale).
Le prestazioni saranno fornite da uno dei soggetti accreditati e operanti nell’Ambito 11 del Garda, liberamente scelto dal richiedente per la realizzazione del progetto.

DURATA DEL PROGETTO
I progetti saranno attivabili dal 1° luglio 2020 e dovranno concludersi entro il 31 dicembre 2020.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E DI EROGAZIONE DEL VOUCHER

Il/La richiedente presenta al Comune di PUEGNAGO DEL GARDA  la domanda utilizzando l’apposito modello  (allegato A) e contestualmente sottoscrive il programma di intervento ed effettua la scelta del fornitore accreditato per le prestazioni.
Le condizioni che consentono l'accesso al voucher sono autocertificate dalla persona richiedente,
fatta eccezione per:
• certificazione di gravità come accertata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della legga 104/1992 ovvero indennità di accompagnamento, di cui alla legge n. 18/1980 e successive modifiche/integrazioni con L. 508/1988;
• attestazione ISEE in corso di validità (ai sensi della vigente normativa DPCM 159/2013)
• copia del documento di identità e del Codice fiscale del richiedente;
• copia del documento di identità e del Codice fiscale del/della minore.

Il richiedente dichiara sotto la propria responsabilità la veridicità di quanto attestato e autorizza il Comune di Puegnago del Garda a verificare il rispetto di quanto dichiarato.

PER INFORMAZIONI E SUPPORTO NELLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA PER L'EROGAZIONE DEL VOUCHER (allegato A) CONTATTARE GLI OPERATORI DEL COMUNE DI PUEGNAGO DEL GARDA UFFICIO SERVIZI SOCIALI dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 12.30 al seguente numero 0365-555309. 

Le istanze dovranno essere presentate al Comune di PUEGNAGO DEL GARDA VIA E-MAIL  servizi.sociali@comune.puegnagodelgarda.bs.it 
OPPURE
CONSEGNA A MANO SOLO SU APPUNTAMENTO DA FISSARE AL NUMERO 0365-555309 nel rispetto delle misure di protezione e sicurezza previste dai Decreti in essere protezione civile.

Il Servizio Sociale del Comune di PUEGNAGO DEL GARDA  ad integrazione della Domanda (allegato A) provvede alla compilazione dellaScheda di valutazione e punteggio della fragilità sociale ADL IADL e Triage (allegato B) e alla stesura  del Progetto Individualizzato (P.I.) definito dal richiedente e dalla famiglia con il supporto degli operatori sociali del Comune e dell’ASST competente.

Il Comune, verificata la completezza della documentazione, trasmette la documentazione all’Ufficio di Piano dell’Ambito (presso l’Azienda Speciale Consortile Garda Sociale).
Le domande saranno registrate e valutate in base all’ordine cronologico di presentazione e protocollazione da parte dell’Azienda Speciale Consortile Garda Sociale.
Le risorse sono quindi assegnate ai progetti valutati positivamente sulla base dell’ordine cronologico
di presentazione e fino a esaurimento dei fondi disponibili.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato al 30 ottobre 2020, salvo esaurimento delle risorse disponibili in data antecedente







 
 
LogoFooter

Piazza Beato Don Giuseppe Baldo n. 1
25080 Puegnago del Garda (Bs)
Centralino 0365.555311
Fax Segreteria 0365.555315
Fax Anagrafe 0365.554051
protocollo@pec.comune.puegnagodelgarda.bs.it